LA PENSIONE DI INVALIDITA’ DI UN IMPRENDITORE.

 

Quante volete il tuo consulente assicurativo/il cassiere della tua banca/il “postino” ti hanno proposto un polizza infortuni facendo leva sul fatto che la pensione di invalidità dell’inal nel caso di infortunio sul lavoro sarebbe una miseria?

Magari il venditore davanti a te è stato anche abbastanza convincete e tu hai stipulato la polizza.

Ora pero voglio farti alcune domande per capire quanto quella polizza per te può essere utile?

Prima di farti firmare la polizza il “consulente” ha calcolato:

  1. La tua pensione di invalidità?
  2. Il tuo reddito mancante?

In caso affermativo puoi terminare qui la lettura e telefonare al tuo consulente e complimentarti con lui per l’ottimo lavoro svolto, in caso contrario ti consiglio vivamente di leggere fino alla fine.

Ora voglio spiegarti perché è importantissimo calcolare la pensione di invalidità ed il reddito mancante per stipulare una polizza infortuni.

Le polizze infortuni, malattia e vita sono pensate per tutelare il tuo reddito, in caso di imprevisto, del contraente, ed è quindi fondamentale, andare a capire il gap che quell’imprevisto provocherà al tuo reddito.

Ti voglio fare un esempio pratico per essere più chiaro.

Tu, pagando le tasse versi dei contributi, ed in base ad i contributi versati ti assicuri una prestazioni da parte dell’INAIL (ovvero un pagamento).

Immagina che ogni volta che paghi i contributi questi finiscono nel tuo cassetto personale, al momento dell’infortunio e/o malattia la pensione di invalidità verrà calcolata in base a quanto tu hai versato fino a quel momento.

la pensione che riceverai dall’inal sarà, quindi, di un importo più alto se versi i contributi da 25 anni e molto più basso se li versi da 10

Imprenditore Artigiano con reddito di 25.000,00 euro anni 45

25 anni di contributi versati                                                                                        10 anni di contributi versati

 

Gli artigiani versano il 20% del reddito nella propria cassa

25.000,00 * 25  * 20% = 125.000,00 euro                                              25.000,00  * 10 * 20%= 50.000,00 euro

 

In questo caso il coefficiente per il calcolo della pensione è 4,3%

125.000,00 * 4,3% = 537,00 euro                                                                      50.000,00 * 43%= 2150,00 euro

447,00 euro mese                                                                                               179,00 euro mese

 

Come puoi vedere, calcolare la pensione di invalidità non è molto difficile, ovviamente non sarà precisa all’euro, ma almeno hai un’ idea di quello che percepirai nel caso da domani non fossi più in grado di lavorare.

Una volta che sappiamo la rendita vitalizia che avrai da parte dell’inail possiamo andare a calcolare il reddito mancante.

Avevamo detto che il nostro artigiano aveva un reddito di 25.000,00 euro annui che diviso 12 fai la bellezza di 2083 euro mese

Il reddito mancante è quindi di:

2083,00-447,00=1636,00 euro mese                                                         2083,00-179,00=1904,00 euro mese

 

Arrivato a questo punto puoi fare tutte le valutazioni del mondo.

Se con il tuo attuale stipendi avevi uno stile di vita dignitoso dovrai sottoscrivere una polizza che ti dia almeno la differenza tra il tuo attuale reddito e quella della pensione dell’inal, altrimenti sarai costretto a rivedere il tuo tenore di vita.

Devi comunque tenere presente che in base alle tue nuove condizioni fisiche potresti aver bisogno di più soldi per ristrutturare casa  o comprarne una nuova (chissà che avere una casa senza ascensore potrebbe essere un problema) oppure potresti aver bisogno di una collaboratrice domestica che in assenza di tua moglie ti aiuti e accudisca.

Ora che sai tutto questi, ti chiedo: che senso ha aver stipulato una polizza infortuni che ti tutela per 100.000 euro?

Vediamo rapidamente nei due nostri casi quanto sarebbe necessario per i nostri imprenditore presi ad esempio in precedenza

Ipoteticamente supponiamo che entrambi vivano fino ad 85 anni, quindi per 40 anni avranno un reddito mancante di 1636,00 euro il primo e 1904,00 il secondo

1636*12*40=785.280,00                                                              1904*12*40=913.920,00

Parliamo di differenze importanti e quella polizza che paghi pochi euro al mese non risolvono nessun problema.

Quando spendi dei soldi per una copertura assicurativa che tutela il tuo reddito non puoi affidarti al primo venditore di polizze che passa solo perché ti ha fatto il prezzo più basso, ma devi affidarti ad un consulente specializzato che sappia prospettarti la tua reale situazione.

Grazie al mio software sono in grado di consegnarti un report, dove ci sono tutte le informazioni necessario a tutelare il tuo reddito, la tua azienda e la tua famiglia

Dopo averti posto alcune domande, posso consegnarti il report, del valore di 397,00 euro, del tutto gratuitamente.

Non essere tutelato, o esserlo soltanto in parte, potrebbe causare dei seri problemi a te, ma anche alla tua famiglia.

Un regalo utile!
Inserisci il tuo nome e il tuo indirizzo mail per ricevere gratis il manuale
"I 5 errori che gli imprenditori commettono quando si assicurano"
Grazie per la tua iscrizione. Controlla la tua casella di posta e scarica subito il tuo regalo!
Rispetto la tua privacy e non condividerò con terzi le tue informazioni
Don't miss out. Subscribe today.
×
×
WordPress Popup Plugin
Iscriviti alla Newsletter
Inserisci il tuo nome e la tua email per iscriverti alla mia Newsletter! Ti invierò SOLO notizie e consigli utili sulle assicurazioni aziendali.
No Grazie
Grazie per esserti iscritto. Controlla la tua casella di posta per favore. Se non trovi niente dai un'occhiata nella casella Spam!
Rispetto la tua privacy e non condividerò con nessuno i tuoi dati
Don't miss out. Subscribe today.
×
×
WordPress Popup Plugin
1
Ciao, come posso aiutarti?
Powered by